Navigare Facile

La Storia di Chiaravalle

Le Origini di Chiaravalle

Secondo antiche testimonianze cartacee, è ormai risaputo che nel territorio di Chiaravalle, all'incirca nel VII secolo, laddove sorgeva una fitta vegetazione di alberi di quercia castagnola, venne fatto edificare il monastero di Castagnola, sulla riva del fiume Esino, dietro mandato di Teodolinda.

Questo antichissimo monastero rappresenta dunque il primo insediamento benedettino che, con il tempo, venne trasformata in un'abbazia benedettina cistercense.

Il primo nucleo cittadino si venne a creare proprio in quegli anni, quando la regina Teodolinda concesse ai monaci la costruzione di alcune capanne di creta e paglia, disposte in due file, lungo via Cavour e via Castelfidardo, da quel momento in poi, i nuclei abitativi chiaravallesi presero posto tutt'intorno all'abbazia.

Durante il 1700, la zona di Chiaravalle iniziò un processo di sviluppo ed espansione, fu infatti in quegli anni che, grazie al volere dell'Abate commendatario cardinal Corsini, venne realizzata la Manifattura dei Tabacchi, primo centro industriale del territorio e fonte di guadagno per gli abitanti.

Il picco massimo di lavoro e prosperità venne raggiunto nel XIX secolo, quando la manifattura divenne un vero e proprio riferimento economico, dando impulso alla formazione di nuove industrie e, conseguentemente, allo sviluppo della città e delle zone circostanti.